Botto Cesare

16 ottobre 1999

Pittore, grafico, scultore, Cesare Botto presenta queste opere recenti, dalle quali emerge subito l'impetuosità del segno e del colore. Le effusioni di luce radicalizzano, poi, il sorpasso dei nessi figurativi, che tuttavia non risultano del tutto eliminati, restando in parte riconoscibili e vincolati da una struttura pittorica espressionistico-astratta. La visione appare e si bilancia per pulsioni marcate dal modo suo particolare di definire e di utilizzare l'immagine per mezzo dei meccanismi intellettuali, che l'hanno costruita. Anche di Botto non conosco i precedenti e accetto questo punto di arrivo testimoniato dalle opere esposte, che nelle trascrizioni fantasiose della realtà effettivamente dimostrano una verità considerata e purificata dall'immediata allusione poetica.